Industria 4.0, il futuro è adesso

Written by | Innovation, Lista 1

Industria 4.0, il futuro è adesso

Alla Maker Faire di Roma, TheFabLab ha allestito nello stand di RS Components e Siemens, alla presenza di Massimo Banzi, un’esposizione che mette in evidenza tutta la forza di alcuni nuovi strumenti che la quarta rivoluzione industriale rende disponibili, nelle fabbriche e in molti altri ambienti di lavoro.

Qui e ora, è in atto la nuova rivoluzione industriale, basata su Internet delle Cose, fabbricazione digitale, robotica e cloud computing. Grazie alla partnership con RS Components è stato possibile lavorare in anteprima sulla scheda gateway IoT2o2o di Siemens che permette di trasformare tutti i progetti basati su hardware e software Arduino in progetti industriali tipici della logica Siemens.

In fiera è stata allestita e presentata alla stampa e al pubblico una piccola catena di produzione industriale basata sul braccio robotico Igus. La simulazione dell’ambiente e tutte le sue parti (pinze, guide, pulsanti ecc.) sono state interamente ricostruite attraverso l’uso di stampanti 3D e laser cutter del laboratorio di TheFabLab. Questo è un bell’esempio di come la fabbrica del futuro potrà personalizzare, attraverso la fabbricazione digitale, le sue catene di produzione.

Nell’ambiente allestito sono stati predisposti tre diversi sensori (gas, luce, presenza) che, collegati con IoT2020, misurano il cambio delle condizioni ambientali. Tutte le volte che cambia un valore nell’ambiente, la scheda IoT2020 manda i dati rilevati dall’ambiente, attraverso internet, in un database in cloud. A questo punto, un’altra scheda IoT2020, collegata al robot Igus, interroga il database in cloud e se registra valori diversi da quelli previsti, manda gli input per attuare azioni del robot in grado di riportare le condizioni alla normalità: accendendo ventilatori, spegnendo o accendendo le luci o bloccando il robot stesso.

Tutto il processo non avviene in locale; il braccio robotico dialoga con i sensori e le schede IoT2020 attraverso la rete e il cloud. Alla rete internet, insieme ai robot, ai sensori e alle schede, possono essere collegati gli smartphone degli operatori e dei responsabili di produzione, producendo un vero e proprio ecosistema tecnologico in grado si produrre un nuovo modo di lavorare. A questo ecosistema possiamo dare il nome di Industry 4.0.

FacebookTwitterPinterest

Last modified: 17 marzo 2017